Unica stagione - Serie TV - Attenti a quei due

Vai ai contenuti

Menu principale:

EPISODI
ATTENTI A QUEI DUE (THE PERSUADERS!)

Nazionalità: Gran Bretagna - Anni di produzione: 1971-1972 – Genere: poliziesco-avventuroso - Numero stagioni: 1 - Numero episodi: 24 - Durata episodi: 50 min.

Il Giudice Fulton decide di tentare un esperimento: unire due elementi innocui come il nitrato e la glicerina per formare un cocktail esplosivo. Il nitrato è Danny Wilde, un ricco americano che si è fatto da sé, dal passato non proprio irreprensibile, che spende il suo tempo e il suo denaro fra belle donne, alberghi di lusso e costose automobili. La glicerina è Lord Brett Sinclair, un inglese aristocratico, facoltoso, bello e un po' snob. Innocui se separati, questi due individui formano insieme una coppia esplosiva e il Giudice Fulton indirizza le loro energie verso il conseguimento della giustizia.
UNICA STAGIONE (1971-1972)
Creata e prodotta da Robert S. Baker per ITC - Responsabile produzione Johnny Goodman - Coproduttore e supervisore alle sceneggiature Terry Nation - Tema della sigla di John Barry - Musiche composte e dirette da Ken Thorne e David Lindup - Direttore della fotografia Tony Spratling

Con Roger Moore (Lord Brett Sinclair), Tony Curtis (Danny Wilde), Laurence Naismith (Giudice Fulton)

Per verificare l'efficacia della storia che sta alla base della serie, cioè il contrastro fra due modi di vivere diametralmente opposti, nel 1968 Robert S. Baker, il suo creatore, realizzò un episodio de "Il Santo", ("The Ex-King of Diamonds") in cui Simon Templar (Roger Moore) era affiancato dal miliardario texano Rod Huston, interpretato da Stuart Damon. L'episodio presenta molte analogie con le avventure di Brett Sinclair e Danny Wilde, tanto che molti lo considerano il vero pilota di "Attenti a quei due". All'inizio la serie avrebbe dovuto intitolarsi "The Friendly Persuaders" e per il ruolo di Danny Wilde furono contattati famosi attori americani fra cui Rock Hudson e Glenn Ford, ma la scelta dello scanzonato Tony Curtis si rivelò assolutamente vincente.
1. OVERTURE (È STATO UN PIACERE CONOSCERTI E PICCHIARTI)
Scritto da Brian Clemens - Diretto da Basil Dearden
Trasmesso per la prima volta il 17 settembre 1971
Trasmesso per la prima volta in Italia su RAI 1 il 13 gennaio 1974

Con Imogen Hassall (Maria Lorenzo), Michael Godfrey (Robert Dupont), Bruno Barnabe (Bruno il maitre), Neal Arden (Ispettore Flavel), Alex Scott (Coley)
Due clienti di un grande albergo a Montecarlo causano una rissa e vengono arrestati. Il furgone della Polizia che li sta trasportando però non li porta in carcere, ma in una villa isolata dove un uomo li accoglie presentandosi come il Giudice Fulton. L'uomo spiega ai due malcapitati, Lord Brett Sinclair e Danny Wilde, di essere disposto a convincere la polizia francese a soprassedere sull'arresto in cambio di un favore. I due dovranno unire le forze per cercare una ragazza, verificarne l'identità grazie a un piccolo neo a forma di cuore e scoprire il suo vero nome...

    
  • Le favolose automobili su cui gareggiano Brett e Danny sono rispettivamente una Aston Martin DBS e una Ferrari Dino 246 GT. Gli scenari in cui si svolge la corsa sono invece quelli della Moyenne e della Grande Corniche che uniscono Nizza al Principato di Monaco.
2. TO THE DEATH, BABY (LA BELLA EREDITIERA)
Scritto da Donald James - Diretto da Basil Dearden
Trasmesso per la prima volta il 18 febbraio 1972
Trasmesso per la prima volta in Italia su RAI 1 il 4 maggio 1980

Con Jennie Linden (Shelley Masterton), Terence Morgan (Carl Foster), Thorley Waters (John Hatton), Harold Innocent (Coady) e con Robert Russell, Roger Delgado, Juan Moreno
Danny e Brett si trovano in Spagna, dove vengono contattati da John Hatton, un uomo molto preoccupato. Hutton è il curatore dell'immensa fortuna di Shelley Masterson e le sue ansie riguardano Carl Foster, un cacciatore di dote che corteggia l'ereditiera. Brett e Danny decidono di aiutare l'uomo, anche perché l'impegno si preannuncia piacevole: dovranno infatti distogliere l'attenzione della bella Shelley dal suo ambiguo fidanzato e pensano che il modo migliore sia tenerla impegnata in loro compagnia...
3. FIVE MILES TO MIDNIGHT (CINQUE MIGLIA A MEZZANOTTE)
Scritto da Terry Nation - Diretto da Val Guest
Trasmesso per la prima volta il 7 gennaio 1972
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 13 febbraio 2002

Con Joan Collins (Sidonie), Robert Hutton (Frank Rocco), Robert Rietti (Torino), Ferdy Maine (Sangallo), Jean Marsh (Nicola) e con Arnold Diamond, Ian Thompson, Robert Gallico
Un boss della mafia viene ucciso da Frank Rocco, un gangster americano. Braccato sia dalla polizia italiana che dalla mafia, Rocco propone un accordo alle autorità degli Stati Uniti: se lo aiuteranno a uscire dall'Italia sano e salvo, smaschererà uno dei criminali più ricercati d'America. Non potendo agire direttamente, la polizia statunitense chiama in causa il Giudice Fulton, il quale a sua volta affida Frank Rocco alle cure di Danny e Brett. I due nascondono il ricercato nello sgangherato furgone di Sidonie, una fotografa, e insieme a lei iniziano il lungo e pericoloso viaggio verso la Svizzera...

  • Questo episodio è rimasto inedito in Italia per ben 30 anni, forse a causa dell'immagine assai poco edificante che viene data del nostro Paese: mafia, polizia inefficiente, nobiltà decaduta e profittatrice, strutture, strade e automobili da paese del terzo mondo.
  • Anche "Attenti a quei due" ha un episodio che vede protagonista Joan Collins, presente in almeno una puntata di un gran numero di serie televisive di pregio.
4. ANGIE... ANGIE (UN AMICO DI INFANZIA)
Scritto da Milton S. Gelman - Diretto da Val Guest
Trasmesso per la prima volta il 19 novembre 1971
Trasmesso per la prima volta in Italia su RAI 1 il 30 marzo 1980

Con Larry Storch (Angie), Lionel Murton (Ben), Kirsten Lindholm (Marissa Nave), John Alderson (Kyle Sandor) e con Anna Brett, Rose Alba, Alan Chuntz
Il Giudice Fulton incarica Brett e Danny di scovare e fermare un killer assoldato per uccidere un ex sindacalista americano che si trova a Cannes per il Festival del Cinema. Sulla riviera Danny incontra il suo vecchio amico Angie, con cui ha diviso la difficile infanzia nel Bronx. Brett pensa che potrebbe essere proprio lui il sicario che sta cercando e tenta di mettere in guardia Danny. Ma il suo compagno d'avventura è troppo immerso nei ricordi e nell'entusiasmo e scambia gli avvertimenti di Lord Sinclair per snobismo da nobile inglese...

  • In questo episodio la voce italiana del Giudice Fulton è di Cesare Polacco.
5. POWERSWITCH (UNA RAGAZZA CHE SAPEVA TROPPO)
Scritto da John Kruse - Diretto da Basil Dearden
Trasmesso per la prima volta il 15 ottobre 1971
Trasmesso per la prima volta in Italia su RAI 1 il 23 marzo 1980

Con Annette Andre (Pekoe Raine), Terence Alexander (Matthew Crane), Melissa Stribling (Lisa Koestler), John Phillips (Koestler), Lionel Blair (Quinn Travis), Paul Whitsun-Jones (Ispettore Blanchard), Les Crawford (Ravel), Vicky Woolf (la ragazza dell'autonoleggio)
Brett scopre il cadavere di una ragazza annegata. Di fronte alla disperazione mostrata dalla sua migliore amica e all'incomprensibile disinteresse della polizia, Danny e Lord Sinclair decidono di andare a fondo della questione. L'americano cerca informazioni sul posto di lavoro della vittima, e Brett fruga nella sua camera in cerca di indizi...
6. THE GOLD NAPOLEON (IL NAPOLEONE D'ORO)
Scritto da Val Guest - Diretto da Roy Ward Baker
Trasmesso per la prima volta il 24 settembre 1971
Trasmesso per la prima volta in Italia su RAI 1 il 2 marzo 1980

Con Susan George (Michelle), Alfred Marks (Pullicino), Harold Goldblatt (Devigne), Michael McStay (Vernier), Charles Houston (Jacoby) e con Hugh Manning, Balbina, Hugo de Vernier, Jean Driant
Mentre si trova all'aeroporto di Nizza, Danny sfugge a un colpo di pistola. Nonostante Brett si dichiari convinto che la pallottola era destinata proprio al suo amico, il Giudice Fulton sostiene che la vittima designata doveva essere la bella ragazza che si trovava accanto a lui in quel momento. Si tratta di Michelle Devigne, studentessa d'arte e nipote di un famoso gioielliere specializzato in monete e medaglie antiche che ultimamente è stato accusato di avere smerciato un Napoleone d'oro falso...

  • Quando Brett discute con il doganiere, si può notare che la targa della sua Aston-Martin è stranamente "PPP6H" invece del solito "BS1".
  • Questo episodio contiene diverse scene pericolose per Tony Curtis che come sempre ha voluto realizzarle in prima persona, senza ricorrere a una controfigura.
7. THE OLD, THE NEW AND THE DEADLY (L'AQUILA DI BRONZO)
Scritto da Brian Clemens - Diretto da Leslie Norman
Trasmesso per la prima volta il 12 novembre 1971
Trasmesso per la prima volta in Italia su RAI 1 il 25 febbraio 1975

Con Anna Gael (Suzanne Villeigne), Derren Nesbitt (Groski), Kenneth J. Warren (Verner), Patrick Troughton (Conte Clement Marceau), Gary Cockrell (Frank Wager), Juliet Harmer (Prue) e con Jasmina Hilton, Frederick Jaeger, Michael Segal, Michael Anthony
Mentre va a salutare un'amica nell'atrio del suo hotel a Parigi, Danny urta una persona facendo cadere il contenuto della sua valigetta e viene fotografato da un giornalista nell'atto di raccogliere una statuetta di bronzo. Da quel momento la vita dell'americano è in pericolo. Infatti il Conte Clement Marceau, che vuole avere a tutti i costi l'aquila di bronzo, vedendo la fotografia su un quotidiano si convince che l'oggetto appartenga a Danny Wilde e per entrarne in possesso non esita a ingaggiare un killer...

    
  • Data la spontanea esuberanza di Tony Curtis, molte scene venivano girate in due versioni. La prima volta si seguiva fedelmente il copione, poi si lasciavano Curtis e Moore liberi di improvvisare. Un esempio è la sequenza di questo episodio in cui Danny Wilde esce dalla doccia e risponde al telefono: "No, qui non c'è nessuno Schwartz!". Bernard Schwartz è il vero nome di Tony Curtis.
  • Patrick Throughton, che qui interpreta il Conte Clement Marceau, è stato la seconda incarnazione del Dottore in Doctor Who.
8. TAKE SEVEN (L'EREDE)
Scritto da Terry Nation - Diretto da Sidney Hayers
Trasmesso per la prima volta il 1° ottobre 1971
Trasmesso per la prima volta in Italia su RAI 1 l'11 marzo 1975

Con Sinead Cusack (Jenny Lindley), Christian Roberts (Mark Lindley), Sue Lloyd (Maggie), Garfield Morgan (Peter Hayward), Richard Hurndall (David Conron) e con Victor Platt, John Kelland, Veronica Hurst, Julie Crosthwait, Colin Vancao
Jenny Lindley riceve l'inaspettata visita di suo fratello Mark, che credeva morto da anni. Ora che è tornato in Inghilterra, il giovane pretende tutti i beni che la sorella aveva ereditato alla morte dei genitori. Infatti, secondo il testamento, Mark doveva essere l'erede universale del patrimonio della famiglia Lindley. Il Giudice Fulton è propenso a credere che si tratti di un impostore che sta mirando al patrimonio di Jenny e convince Brett e Danny a investigare per scoprire la vera identità di Mark...
9. SOMEONE LIKE ME (UNO COME ME)
Scritto da Terry Nation - Diretto da Roy Ward Baker
Trasmesso per la prima volta il 29 ottobre 1971
Trasmesso per la prima volta in Italia su RAI 1 il 4 marzo 1975

Con Reginald Marsh (Dottor Fowler), Anne de Vigier (Infermiera Crane), Bernard Lee (Sam Milford), Joanne Dainton (Miss Lindsay), Jeremy Burnham (Scott Maskell) e con Tony Wright, Gerald Sim, Johnny Briggs, Vivien Neves, Diana Terry
Mentre sta viaggiando in auto, Brett Sinclair trova improvvisamente la strada bloccata ed è costretto a fermarsi. Dal bosco vicino giungono delle grida di donna, ma quando il lord si precipita verso di lei viene colpito alle spalle e sviene. Riprende conoscenza in una stanza di ospedale, dove una premurosa infermiera lo informa di essere stato tratto in salvo in seguito a un brutto incidente stradale e lo esorta a restare immobile a causa delle gravi ferite riportate...

  • La frase che innesca il condizionamento post ipnotico di Sinclair, 'Sanlucar de Barrameda', è il nome di una località del sud della Spagna.
  • Reginald Marsh, che qui interpreta il Dottor Fowler, sarà Humprey, il cognato di George Roper nella serie "George e Mildred".
10. CHAIN OF EVENTS (EVENTI A CATENA)
Scritto da Terry Nation - Diretto da Peter Hunt
Trasmesso per la prima volta il 26 novembre 1971
Trasmesso per la prima volta in Italia su RAI 1 il 20 gennaio 1974

Con Suzanna Leigh (Emily Major), Peter Vaughn (Schubert), George Baker (Britten), John Glyn-Jones (Dottor Hubert Rogers), Morris Perry (Ministro Beecham Bennet) e con Neil Wilson, James Beckett, Jeremy Child, James Bree, Leon Eagles
Nonostante Danny e Brett abbiano idee diverse sulla vita all'aria aperta, hanno deciso di trascorre un periodo di campeggio insieme. Da vero pioniere, l'americano preferisce dormire all'aperto di fronte a un falò, mentre milord trascorre le sue notti in una tenda dotata di tutti i comfort. Danny un mattino si reca al fiume per tentare di prendere un paio di salmoni per colazione e si imbatte in un paracadutista rimasto impigliato nei rami di un albero. Il poveretto è moribondo, ma prima di lasciare questo mondo crudele riesce a fissare al polso di Danny una manetta a cui è  legata, tramite una solida catena, una valigetta diplomatica...

  • La valigetta piena di romanzi di James Bond è uno scherzo rivolto al regista Peter Hunt che ha diretto "Agente 007 - Al servizio di Sua Maestà", e non è una combinazione che il libro messo più in risalto dall'inquadratura sia proprio quello da cui era stato tratto il film.
11. GREENSLEEVES (AL MIO BEL CASTELLO)
Scritto da Terence Feeling - Diretto da David Greene
Trasmesso per la prima volta l'8 ottobre 1971
Trasmesso per la prima volta in Italia su RAI 1 il 9 marzo 1980

Con Rosemary Nicols (Melanie Sadler), Cy Grant (Richard Congoto), Andrew Keir (Sir John Hassocks), Tom Adams (Piers Emerson), Carmen Munroe (Carmen Congoto), Clifton Jones (Dottor Kibu) e con Michael Martin, George Woodbridge, Alan Chuntz, Tommy Godfrey, Arthur Brough, Robert Cawdron
Casualmente Lord Brett Sinclair scopre che una delle sue tenute, Greensleves, è stata occupata da qualcuno. Durante una furtiva incursione effettuata insieme a Danny, trova una lettera per un agente teatrale da cui si comprende che qualcuno è alla ricerca di una persona che somigli al padrone di casa. Brett decide perciò di rivolgersi allo stesso agente per farsi ingaggiare come sosia di se stesso. Se tutto andrà secondo i piani, Danny potrà in seguito arrivare alla villa per sostituire l'attuale maggiordomo...
         
  • La fotografia che Danny osserva durante l'incursione notturna fa parte dell'album privato di Roger Moore e lo raffigura con la moglie Luisa e i due figli Deborah e Geoffrey.
  • La Mini Minor rossa guidata da Danny è quella usata anche da Jean Hopkirk nella serie "Il mio amico fantasma".
  • Il Dottor Kibu è interpretato da Clifton Jones, che fu il programmatore del computer David Kano in "Spazio 1999".
12. THE OZEROV INHERITANCE (LA GRANDUCHESSA DI OZEROV)
Scritto da Harry W. Junkin - Diretto da Roy Ward Baker
Trasmesso per la prima volta l'11 febbraio 1972
Trasmesso per la prima volta in Italia su RAI 1 il 16 marzo 1980

Con Gladys Cooper (la Granduchessa di Ozerov), Gary Raymond (Sergei Ozerov), Joseph Furst (Yelker), Prunella Ransome (la Principessa Alexandra Ozerov), Georgina Simpson (Magda), Timothy Parkes (Walther) e con Denys Peek, Raymond Young, Cyril Shaps, Anouska Hempel, Arnold Ridley, Yuri Borienko
Lord Sinclair e Danny Wilde vengono presentati alla Granduchessa di Ozerov, un'anziana donna russa che pur non avendo più molte possibilità economiche non rinuncia a vivere secondo il suo rango. I due amici sono profondamente colpiti dalla sua grande dignità e non esitano a offrire il loro aiuto alla granduchessa per trovare una prova inconfutabile che le assicuri di poter riprendere possesso dei favolosi gioielli appartenuti alla sua famiglia da generazioni e ora detenuti dalle autorità svizzere. Gli altri pretendenti al tesoro sono il governo russo e Sergei, un nipote della granduchessa...

  • Questo episodio ci offre l'occasione di scoprire che il nome completo di Lord Sinclair che è Brett Rupert George Robert Andrew Sinclair, Conte di Marnock.
  • Quando questa puntata andò in onda in Italia per la prima volta, Roger Moore era già stato James Bond nel film "Agente 007 - Vivi e lascia morire". Sull'onda del successo del film, il traduttore si prese la libertà di far pronunciare a Danny una battuta che faceva un chiaro riferimento alle imprese del suo amico come 007. Ovviamente nella versione originale non viene detto nulla del genere, anche perché la serie precede di un anno il primo film di Moore nei panni di James Bond.
SERIE TV "ATTENTI A QUEI DUE"
Testi di Renata Bertola e Claudio Secco
Grafiche e web-mastering Claudio Secco
- Tutti i diritti di riproduzione e trascrizione riservati -
 
Torna ai contenuti | Torna al menu