SERIE TV  "BABYLON 5"
A cura di Renata Bertola, Giuseppe Turdo

 
BABYLON 5 (BABYLON 5)

Nazionalità: Stati Uniti - Anni di produzione: 1993-1998 - Genere: fantascienza
Numero episodi: 110 (+ 1 film TV pilota e 6 film TV realizzati dopo la serie) - Numero stagioni: 5 - Durata episodi: 45 min.


«Era l'alba della terza era dell'umanità. Dieci anni dopo la fine della guerra tra la Terra e i Minbari, il "Progetto Babylon" era l'incarnazione di un sogno. Il suo scopo era prevenire un'altra guerra, creando un luogo dove umani e alieni potessero risolvere pacificamente le loro differenze. E' un grande porto spaziale, una casa lontana da casa per diplomatici, avventurieri, imprenditori e vagabondi. Uomini e alieni avvolti da due milioni e mezzo di tonnellate di metallo che ruota da solo, nel buio dello spazio. Può essere pericoloso, ma è la nostra ultima speranza di pace. Questa è la storia dell'ultima delle stazioni Babylon. L'anno è il 2258. Il nome del luogo è Babylon 5». 
(Dalla narrazione di apertura della prima stagione)

 
 

 

STAGIONE 3 (1995-1996)

VAI ALLA STAGIONE   | P | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | F |

 

 

«Point of No Return»

"Il progetto Babylon era la nostra ultima grande speranza di pace. E' fallito. Ma nell'anno della guerra delle Ombre è diventato qualcosa di più grande. La nostra ultima grande speranza di vittoria. L'anno è il 2260. Il luogo: Babylon 5".

Creata da
J. Michael Straczynski - Prodotta da John Copeland per Babylonian Productions in associazione con Warner Bros.
Produttori esecutivi Douglas Netter, J. Michael
Straczynski - Produttore associato George Johnsen
Direttore della fotografia John C. Flinn III, Fred V. Murphy II
Musiche di Christopher Franke interpretate dall'Orchestra Sinfonica di Berlino

Con Bruce Boxleitner (Capitano John Sheridan), Claudia Christian (Comandante Susan Ivanova), Mira Furlan (Delenn),
Jerry Doyle (Capo della Sicurezza Michael Garibaldi), Richard Biggs (Dottor Franklin), Bill Mumy (Lennier), Jason Carter (Marcus Cole),
Stephen Furst (Vir Cotto), Jeff Conaway (Zack Allan), Peter Jurasik (Londo Mollari), Andreas Katsulas (G'Kar)

Questa terza stagione presenta, fin dal primo episodio, alcune novità. L'introduzione di un nuovo personaggio, il ranger Marcus Cole, il quale, insieme agli altri combattenti per la libertà, avrà un grande peso nel seguito della storia. La stazione e i suoi ufficiali superiori acquisiscono sempre maggiore indipendenza rispetto alla Terra e, già nell'episodio d'esordio, il Capitano John Sheridan istituisce un consiglio di guerra del tutto autonomo. Cambia anche la sigla di testa e gli effetti speciali si fanno sempre più raffinati.

 


 

 

45. Matters of Honor (Questioni di onore)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da Kevin G. Cremin
Trasmesso per la prima volta il 9 novembre 1995
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 24 dicembre 2007

Con Tucker Smallwood (David Endawi), Ed Wasser (Morden), Nils Allen Stewart (l'uomo grosso)
e con Jonathan Chapman, Kitty Swink, Andrew Walker

 

Su Babylon 5 giunge un rappresentante della Terra che cerca risposte sulle inquietanti immagini riportate dalla telecamera di Keffer durante il suo ultimo viaggio. Mentre Londo comunica a Morden che il loro accordo deve considerarsi concluso, un terrestre di nome Marcus Cole contatta Delenn e il Capitano Sheridan. Si tratta di un ranger che è riuscito a fuggire dal pianeta di Zagros 7, dove esiste un centro di addestramento per i ranger. Il pianeta è circondato da mine centauri e i ranger non possono andarsene. Per portare a termine questa rischiosa impresa, al Capitano Sheridan viene affidata la White Star, una nave stellare che utilizza tecnologia minbari e vorlon...

  • Viene introdotto il personaggio di Marcus Cole. Inizialmente Straczynski aveva pensato di cambiare il ranger ogni settimana, ma dato che Robert Rusler (Warren Keffer) aveva lasciato un posto da protagonista vacante, il produttore pensò di occuparlo con Marcus Cole.

  • La narrazione durante la sigla di testa doveva essere letta da Jerry Doyle. In seguito si decise di utilizzare la voce di Claudia Christian.

  • La nave affidata al Capitano Sheridan dai Minbari si chiama White Star. Per contrasto, il nome di quella che lui distrusse durante la guerra era Black Star.


 

 

46. Convictions (convinzioni)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da Michael Vejar
Trasmesso per la prima volta il 16 novembre 1995
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 31 dicembre 2007

Con Patrick Kilpatrick (Robert Carlson), Louis Turenne (Frate Theo), Cary-Hiroyuki Tagawa (Morishi)
e con John Flinn, Rick Johnson, Jason Larimore, Gwen McGee, Mike McKenzie, Tom Simmons

 

Un gruppo di monaci, guidati da Frate Theo, chiede il permesso di stabilirsi su Babylon 5 per insegnare la loro religione e imparare dalle altre. Seppure a malincuore, il permesso viene concesso, nonostante non sia un buon momento per la stazione. Infatti si stanno verificando una serie di esplosioni di origine dolosa e gli uomini della sicurezza non riescono a capire se si tratti di attentati o di un pazzo che colpisce bersagli a caso, senza alcuna motivazione. Una di queste bombe ferisce gravemente Lennier...

  • Il direttore della fotografia, John Flinn, interpreta l'uomo che importuna Lennier con le sue incessanti chiacchiere. La malattia di cui Lennier dice di soffrire per liberarsi dell'uomo è la "Sindrome di Netter", un chiaro riferimento al produttore esecutivo Douglas Netter.

  • Un grave lutto familiare aveva colpito Bill Mumy proprio durante il periodo delle riprese di questo episodio. L'attore chiese pertanto di non interpretare le scene in cui Lennier giace in coma nel Medlab. Fu perciò utilizzato un manichino così somigliante che Andrea Katsulas, ignaro di tutto, si complimentò con Mumy per la sua capacità di concentrazione e la sua abilità nel restare perfettamente immobile.

  • La scelta di far giungere religiosi di tutte le razze sulla stazione è di Michael Straczynski, che voleva sottolineare il fatto che l'esplorazione spaziale non dovrà essere soltanto una prerogativa militare.


 

 

47. A Day in the Strife (Giornata di lotte)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da David J. Eagle
Trasmesso per la prima volta il 23 novembre 1995
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 7 gennaio 2008

Con Stephen Macht (Na'Far), Marshall Teague (Ta'Lon)
e con Anne Betancourt, Neil Bradley, Joshua CoxMark Hendrickson, Larita Shelby, John St.Ryan, Michael Bailey Smith

 

L'Impero Centauri si rende conto che, per sottomettere completamente il popolo Narn, deve allontanare G'Kar da Babylon 5 e invia per sostituirlo il più docile Na'Far. Dopo un colloquio con Na'Far, Londo si rende conto che la stazione non è più un posto adatto al suo assistente Vir. Chiede quindi a Delenn di trovargli un posto nell'ambasciata su Minbar. Intanto una sonda di origine sconosciuta si avvicina alla stazione, ponendo più di seicento domande di carattere scientifico e accordando appena ventiquattro ore per fornire le risposte. Se le soluzioni non giungeranno in tempo o saranno sbagliate, la sonda esploderà, distruggendo Babylon 5. Garibaldi si accorge che il Dottor Franklin, che ultimamente è stato sotto pressione, si comporta stranamente...

  • Nel periodo delle riprese di questo episodio Stephen Furst stava recitando in una sit-com e aveva bisogno di trascorrere del tempo lontano dal set. Per questa ragione gli sceneggiatori lo promossero addirittura ambasciatore centauri su Minbar.

  • Il Capitano Sheridan e Ta'Lon si erano incontrati nel corso dell'episodio "All Alone in the Night" (33). La spada di Ta'Lon è proprietà personale dell'attore Marshall Teague.


 

 

48. Passing Through Gethsemane (visita a getsemani)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da Adam Nimoy
Trasmesso per la prima volta il 30 novembre 1995
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 14 gennaio 2008

Con Brad Dourif (Fratello Edward), Patricia Tallman (Lyta Alexander),
Louis Turenne (Frate Theo), Robert Keith (Malcom)
e con Lynn Blades, Natalie Brunt, Mark Folger, Steven Gonzalez, Ardwright Chamberlain

 

Lyta Alexander torna sulla stazione dopo un breve periodo trascorso sul pianeta Vorlon. La curiosità del Capitano Sheridan e degli altri ufficiali è grande, ma destinata a restare insoddisfatta, perché Lyta non può parlare di cosa ha visto sul pianeta e si limita a dire che d'ora in poi lavorerà per l'Ambasciatore Kosh. Fratello Edward, uno dei più validi membri della confraternita di Frate Theo, è vittima di strane allucinazioni. Una scritta minacciosa appare sulla parete della sua stanza, ma quando Garibaldi sopraggiunge, è scomparsa. In un corridoio deserto, Fratello Edward sente strane voci che lo accusano di avere ucciso e inizia ad avere inquietanti visioni. Frate Theo è molto preoccupato per lui e chiede a Sheridan di indagare sul passato di Edward...

  • Inizialmente questo bell'episodio era previsto per la seconda stagione, ma la pubblicazione di un libro che narra una storia molto simile fece sorgere problemi di copyright.

  • Michael Straczinsky è ateo, ma ha trattato il tema religioso in questo e in altri episodi, con una delicatezza e obiettività tali da meritarsi i complimenti di molte comunità religiose.

  • Adam Nimoy, regista di questo episodio, è il figlio di Leonard, che fu Spock in "Star Trek".


 

 

49. Voices of Authority (voci dell'autorità)

Scritto da J. Michael Straczynski -  Diretto da Menachem Binetski
Trasmesso per la prima volta il 1° febbraio 1996
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 21 gennaio 2008

Con John Schuck (Draal), Shari Shattuck (Julie Musante)
e con James Black, Joshua Cox, Vimi Mani, Gary McGurk

 

Delenn sostiene che per vincere la guerra contro le Ombre è necessario chiedere aiuto agli Antichi, le razze che popolavano l'universo già milioni di anni fa. Queste razze sono così evolute che è sicuramente difficile contattarle e inoltre non si ha una precisa idea di dove si trovino. Per questa ragione viene chiesto l'intervento di Draal, che da Epsilon 3 potrebbe riuscire a localizzarne alcune. Sheridan è impegnato con una rappresentante del Ministero della Pace che è stata inviata come consigliere politico del capitano, quindi tocca a Ivanova scendere sul pianeta per tentare di localizzare gli Antichi. Grazie agli apparati di Draal, riesce a scoprire che una razza degli Antichi si trova nei pressi del pianeta Sigma 957, ma scopre anche le prove di un coinvolgimento del Presidente Clark nell'uccisione di Santiago...

  • Iniziano a comparire sulle paratie della stazione vistosi manifesti propagandistici che ricordano quelli di regimi totalitari di un passato non troppo lontano.

  • L'avversione di Zack Allan per la sua divisa, rispecchia quella di Jeff Conaway, l'attore che lo interpreta, che si è molte volte lamentato con i costumisti e con i colleghi perché il costume di scena lo faceva apparire grasso e goffo.


 

 

50. Dust to Dust (polvere alla polvere)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da David J. Eagle
Trasmesso per la prima volta l'8 febbraio 1996
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 28 gennaio 2008

Con Walter Koenig (Bester), Julian Neil (Lindstrom), Jim Norton (l'immagine Narn)
e con Ardwright Chamberlain, Harry Hutchinson, John-Frederick Jones, S. Marc Jordan,
Judy Levitt, Gwen McGee, Philip Moon, Walter O'Neil, David Shark, Kim Strauss, Dani Thompson

 

Bester giunge su Babylon 5 sulle tracce di uno spacciatore di Polvere. Questa sostanza proibita permette a chi ne fa uso di acquisire per qualche ora capacità telepatiche. Sheridan è molto preoccupato perché Bester potrebbe leggere nel pensiero di qualche ufficiale e scoprire il dissenso nei confronti dell'attuale politica terrestre, ma Delenn ha pronta una soluzione. Garibaldi deve collaborare suo malgrado con Bester per scoprire chi ha portato la Polvere sulla stazione, ma la droga ha già trovato un acquirente: G'Kar ne sta sperimentando gli effetti su Londo...

  • Gli pseudonimi usati dallo spacciatore di Polvere, Lindstrom e Morgenstern, sono tratti da personaggi del "Mary Tyler Moore Show", il telefilm in cui Bruce Boxleitner ebbe il suo primissimo ruolo nel 1973.

  • L'agente PSI che compare alla fine dell'episodio è interpretata da Judy Levitt, che nella vita è la moglie di Walter Koenig.

  • Il regista David J. Eagle ha dichiarato che per le scene all'interno della mente di Londo si è ispirato alla serie britannica "Il prigioniero" e in particolare all'episodio "A, B & C" (3).


 

 

51. Exogenesis (Esogenesi)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da Kevin G. Cremin
Trasmesso per la prima volta il 15 febbraio 1996
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 4 febbraio 2008

Con James Warwick (Matthew Duffin), Wylie Small (Jacque Lee), Aubrey Morris (Duncan)
e con Joshua Cox, Ross Gottstein, Eric Steinberg, Donald Willis, Michael McKenzie, Carrie Dobro, Kat Cressida, Roger Rook, Leslie Pratt

 

Mentre Sheridan e Ivanova indagano sulle idee politiche del neopromosso Tenente Corwin, il Dottor Franklin deve effettuare un'autopsia sul corpo di un uomo apparentemente sano, trovato morto nei bassifondi. La sua indagine porta alla luce uno strano parassita avvolto intorno alla colonna vertebrale. Quando Marcus Cole chiede il suo aiuto per sondare lo strano comportamento di alcuni suoi informatori, il dottore scopre l'origine di questo parassita, ma la realtà è diversa da quel che si aspettava...

  • Scopriamo che Marcus Cole è una persona colta, che legge soprattutto i classici terrestri come Shakespeare e Dickens.

  • La navetta Dyson deve il suo nome al fisico e matematico Freeman John Dyson che lavorò a un progetto per dimostrare che era possibile volare nello spazio grazie alla propulsione nucleare. Fu inoltre lui a teorizzare la "Sfera di Dyson" protagonista dell'episodio di "Star Trek - The Next Generation" intitolato "Relics" (130).

  • In questo primo episodio in cui il Dottor Franklin e Marcus Cole si ritrovano a recitare a stretto contatto, si nota subito un'intesa che si estenderà alla vita privata fino a portare Richard Biggs e Jason Carter ad aprire insieme una scuola di recitazione.


 

 

52. Messages from Earth (Messaggi dalla Terra)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da Michael Vejar
Trasmesso per la prima volta il 22 febbraio 1996
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy l'11 febbraio 2008

Con Nancy Stafford (Dottor Mary Kirkish), Vaughn Armstrong (guardia della sicurezza)
e con Merrin Dungey, Vivi Mani, Loraine Shields

 

Il Dottor Mary Kirkish ha una strana storia da raccontare. Anni prima si trovava su Marte e la sua spedizione archeologica portò alla luce un manufatto mai visto prima. Ora però che è noto l'aspetto delle astronavi delle Ombre, la dottoressa è certa che si trattasse proprio di una di quelle navi. Ora una scoperta simile è stata fatta su Ganimede e pare che il Presidente Clark voglia impadronirsene. Sheridan e Delenn devono assolutamente distruggerla e si allontanano da Babylon 5 sulla White Star, proprio quando i Nightwatch iniziano a indagare sugli uomini di comando della stazione...

  • Il Dottor Kirkish era il pacchetto in arrivo a cui faceva riferimento Marcus Cole nell'episodio precedente.


 

 

53. Point of No Return (Punto di non ritorno)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da Jim Johnston
Trasmesso per la prima volta il 29 febbraio 1996
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 18 febbraio 2008

Con Majel Barrett (Lady Morella), Vaughn Armstrong (guardia della sicurezza),
Marshall Teague (Ta'Lon), Lewis Arquette (Generale Smits), Ed Trotta (Generale O'Reilly)
e con Jonathan Chapman, Joshua Cox, Maggie Egan, Milton James, Gunther Jensen, Tony Rayner

 

Londo Mollari è emozionato per l'arrivo sulla stazione di Lady Morella, la terza moglie del defunto Imperatore Turhan. La visita, oltre a essere un indiscutibile onore, potrà rivelarsi utile se Lady Morella vorrà usare le sue doti di profetessa per aiutare Londo a vedere più chiaro nel suo futuro. La nobildonna giunge però in un momento inopportuno. La Terra ha appena dichiarato la legge marziale e la sicurezza della stazione è stata affidata ai Nightwatch. Garibaldi non è disposto ad accettare un simile ordine, ma il Capitano Sheridan non può fare altro che invitarlo alla calma...

  • Accettando di comparire in questo telefilm, Majel Barrett, moglie del creatore di "Star Trek" Gene Roddenberry, ha voluto compiere un gesto di distensione. Infatti la rivalità fra la saga di Star Trek e "Babylon 5" era molto accesa, tanto che alcuni fan si rifiutavano di guardare le avventure del Capitano Sheridan. Quando seppe che Majel Barrett apprezzava moltissimo "Babylon 5", J. Michael Straczynski scrisse questo ruolo appositamente per lei. Nel monologo è difficile capire se sia Lady Morella a parlare del suo defunto imperatore, o Majel Barrett che descrive il suo amato Gene Roddenberry.

  • In questo e in altri episodi successivi, fra i numerosi Nightwatch compaiono anche alcuni membri della troupe.


 

 

54. Severed Dreams (Sogni spezzati)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da David J. Eagle
Trasmesso per la prima volta il 4 aprile 1996
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 25 febbraio 2008

Con Kim Miyori (Capitano Sandra Hiroshi), Rance Howard (David Sheridan),
Phil Morris (Bill Trainor), Bruce McGill (Maggiore Ed Ryan), James Parks (Drakhen)
e con Jonathan Chapman, Joshua Cox, Maggie Egan, Matt Gottlieb, Kim Strauss

 

Il governo provvisorio di Marte rifiuta di adottare la legge marziale e il Presidente Clark ordina l'attacco. Le colonie terrestri di Proxima 3 e di Orione dichiarano l'indipendenza e l'astronave Alexander, che non riconosce l'attuale governo dell'Alleanza Terrestre, è in fuga dopo avere sostenuto numerosi attacchi. Il Capitano Sheridan sa che il vascello ribelle cercherà aiuto su Babylon 5 e che è giunto il momento di dichiarare la posizione della stazione in questa sanguinosa guerra civile. Delenn si reca a Minbar, dove però il Consiglio dei Grigi rifiuta di incontrarla...

  • Jerry Doyle non ha dovuto sforzarsi per esprimere un dolore violento per la ferita riportata nella lotta. Infatti, durante le scene d'azione, a causa dell'errore di uno stuntman, si è procurato una frattura al braccio e una al polso. Nonostante tutto, l'attore ha voluto girare ancora l'ultima scena della giornata, quella in cui Zack Allan lo aiuta ad appoggiarsi a una paratia.

  • La morte del Generale Hague non era prevista, ma Robert Foxworth, l'attore che lo aveva interpretato fin qui, ha dato forfait in seguito ad un'offerta allettante per un ruolo in "Star Trek - Deep Space 9".

  • Rance Howard, che interpreta in una toccante scena il padre del Capitano Sheridan, nella vita reale è il padre dell'attore e regista Ron Howard, divenuto celebre per il suo ruolo di Ricky Cunngham in "Happy Days".

  • Michael Straczynsky apprezzava l'attore Everett McGill (Twin Peaks) e lo voleva per il ruolo del Maggiore Ed Ryan. Non ricordandosi il nome di battesimo, chiese di assumere "quel tale McGill". Il casting contattò quindi Bruce McGill e quando ci si accorse dell'errore era ormai troppo tardi per rimediare.


 

 

55. Ceremonies of Light and Dark (Cerimonie di luce e oscurità)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da John C. Flinn, III
Trasmesso per la prima volta l'11 aprile 1996
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 3 marzo 2008

Con William Forward (Lord Refa), Don Stroud (Boggs), Paul Perri (Sniper), Kim Strauss (Lennan)
e con Vincent Bilancio, Joshua Cox, Harlan Hellison, Doug McCoy, Ed Wasser, Jim Cody Williams

 

Dopo la secessione di Babylon 5 dalla Terra, il Capitano Sheridan molti Nightwatch sono stati allontanati, ma alcuni, i più violenti e disperati, si trovano ancora a bordo della stazione. Nei bassifondi, progettano di rapire colei che ritengono la vera responsabile della loro disfatta, Delenn. Quest'ultima, ignara di quanto si sta tramando alle sue spalle, sta programmando una cerimonia della Rinascita e chiede ai vari ambasciatori, ufficiali e a Marcus Cole di partecipare. Londo però è troppo occupato, sta comunicando a Lord Refa un ultimatum. O l'Impero Centauri interromperà qualunque rapporto con Morden e i suoi alleati, o Lord Refa morirà avvelenato da Londo...

  • Questo episodio segna la metà esatta della saga.

  • Jerry Doyle recita con un braccio ingessato a causa della frattura riportata durante le riprese dell'episodio precedente. Stranamente la lamentata ferita alla gamba sembra già essere guarita perfettamente.

  • La cicatrice sul viso di Don Stroud non è frutto di una lunga sessione al trucco, ma è vera, causata dall'intervento dell'attore contro alcuni delinquenti armati di coltello che stavano per violentare una donna.

  • Mai titolo fu più indovinato, dato che il regista dell'episodio è il direttore della fotografia.

  • Nella versione originale la voce dell'intelligenza artificiale è quella di Harlan Ellison, membro dello staff di produzione.


 

 

56. Sic Transit Vir (Sic Transit Vir)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da Jesùs Treviño
Trasmesso per la prima volta il 18 aprile 1996
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 10 marzo 2008

Con Carmen Thomas (Lyndisty), Damian London (l'ufficiale centauri), James Jude Courtney (il primo Centauri)

 

Vir Cotto torna su Babylon 5 e trova ad attenderlo la sua futura moglie. Il matrimonio è stato combinato dalle rispettive famiglie, ma Lyndisty sembra troppo perfetta per essere vera. E' bella, intelligente e sembra amare già Vir, anche se lo ha conosciuto solo attraverso i racconti di Londo Mollari. Sulle prime Vir è spaesato e spaventato, ma i modi spontanei e sinceri di Lyndisty a poco a poco fanno breccia nel suo cuore. Mentre passeggiano in un corridoio, Vir e Lyndisty sono aggrediti da un Narn e, per proteggere la donna, Vir viene ferito. Intanto Ivanova scopre dei certificati di espatrio falsi. Duemila Narn sono stati prelevati dal loro pianeta di origine e risultano morti. Solo un Centauri può autorizzare l'espratrio di un Narn, ma la firma sul foglio risulta essere quella di un certo Abrahamo Lincolni...

  • La scena iniziale, in cui Ivanova entra nella sala controllo completamente nuda è stata girata dalla stessa Claudia Christian. Straczynski le aveva lasciato una possibilità di scelta prevedendo nel copione che fosse nuda o con una camicia da notte. Claudia Christian, giustamente, pensò che con la camicia da notte non sarebbe stato giustificato l'imbarazzo di Ivanova, così, dato che non si dichiara particolarmente timida, scelse la prima opzione.

  • Londo dichiara di odiare gli insetti e in generale tutto ciò che ha otto gambe. Questo voleva forse essere un riferimento alle navi delle Ombre che somigliano a ragni con otto zampe. Bisogna però precisare che solo i ragni, che non sono insetti, ma bensì aracnidi, hanno otto zampe, mentre tutti gli insetti ne hanno soltanto sei.


 

 

57. A Late Delivery from Avalon (Consegna in ritardo da Avalon)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da Michael Vejar
Trasmesso per la prima volta il 25 aprile 1996
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 17 marzo 2008

Con Michael York (Artù), Michael Kagan (Emmett Farquaha)
e con Roger Hampton, Dona Hardy, Michael Francis Kelly, James Kiriyama-Lem, Robert Schuch, Jerry O'Donnell

 

Uno strano individuo arriva su Babylon 5. Indossa abiti stravaganti, impugna una spada e dice di chiamarsi Artù, figlio di Uther Pendragon. Il tempestivo intervento di Marcus Cole evita un combattimento e Artù viene condotto in infermeria, dove il Dottor Franklin lo sottopone a un esame approfondito. Nulla prova che lo sconosciuto non sia chi dice di essere, ma il dottore non riesce a credergli. Marcus, al contrario, è ansioso di trovare una conferma all'identità di Artù. Intanto Sheridan e Ivanova tentano di convincere i leader dei mondi non allineati a inviare navi a difesa della stazione...

  • Jason Carter era emozionato al pensiero di lavorare con Michael York, un attore che ammira da sempre e temeva di non essere all'altezza della situazione.

  • Andreas Katsulas è completamente astemio, ma non ha avuto alcun problema ad interpretare il Narn ubriaco. L'attore infatti amava dire che non è necessario essere degli assassini per interpretare Otello.


 

 

58. Ship of Tears (Nave di lacrime)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da Michael Vejar
Trasmesso per la prima volta il 2 maggio 1996
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 24 marzo 2008

Con Walter Koenig (Bester), Joan McMurtrey (Carolyn),  Diana Morgan (Alison), Debra Sharkey (il tecnico)

 

Bester arriva completamente solo su Babylon 5 con una notizia sconvolgente. E' sicuro che il vero potere sulla Terra non è nelle mani del Presidente Clark, ma di alieni molto potenti. Alcuni di questi alieni sono infiltrati anche nel corpo PSI, per cui Bester propone al Capitano Sheridan un accordo. Sa dove e quando arriverà una nave delle armi che deve rifornire le Ombre, ma ha bisogno dell'aiuto di Sheridan e degli altri ufficiali per catturarla. Intanto Delenn tenta di spiegare a G'Kar perché non è intervenuta quando i Centauri hanno invaso il mondo dei Narn, pur sapendo che erano aiutati da forze oscure molto potenti. Dopo questo chiarimento anche G'Kar, se ancora lo vorrà, potrà entrare a far parte del Consiglio di guerra...


 

 

59. Interludes and Examinations (Intermezzo ed esami)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da Jesùs Treviño
Trasmesso per la prima volta il 9 maggio 1996
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 31 marzo 2008

Con Jennifer Balgobin (Dottor Lilian Hobbs), Rance Howard (David Sheridan),
Jan Rabson (il mercante), Ed Wasser (Morden)
e con Ardwight Chamberlain, Jonathan Chapman, Mark Ciglar, Glenn Martin, Doug Tompos

 

Londo è emozionato al pensiero che la sua Adira, l'unica donna che abbia mai amato, stia tornando su Babylon 5. E' impegnato nei preparativi per riceverla nel migliore dei modi, quando ha uno spiacevole colloquio con Morden. L'emissario delle Ombre si chiede come mai l'Impero Centauri abbia smesso di cooperare e vuole che Londo torni a essere suo alleato. Le Ombre stanno ormai attaccando allo scoperto i mondi non allineati che non riescono a formare un'alleanza stabile. L'unica via sarebbe di ottenere una vittoria sulle Ombre e Sheridan chiede aiuto a Kosh. Questi tutto subito non mostra intenzione di far intervenire la sua gente, ma alla fine accetta, anche se non potrà più aiutare il capitano quando si recherà su Z'ha'dum. Ma un altro problema si profila per la stazione: il Dottor Franklin viene costretto da Garibaldi ad affrontare la sua dipendenza dagli stimolanti e presenta le dimissioni da capo dello staff medico...

  • La relazione fra Londo e Adira risale ai tempi dell'episodio "Born to the Purple" (3).

  • Lo sfondo della battaglia nello spazio brakiri è un'immagine scattata dal telescopio Hubble.

  • Glenn Martin compare nei titoli di coda come Ranger, anche se la scena in cui seguiva Morden e veniva ucciso dalle Ombre è stata tagliata per ragioni di tempo.

  • La voce di Kosh è quella di Ardwight Chamberlain, ma l'uomo dentro la tuta ambientale che interagisce con gli altri attori è Jeffrey Willerth, che nella vita reale è il marito di Patricia Tallman.


 

 

60. War Without End - Part I (Guerra senza fine - Parte 1)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da Michael Vejar
Trasmesso per la prima volta il 16 maggio 1996
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 7 aprile 2008

Con Michael O'Hare (Ambasciatore Jeffrey Sinclair), Tim Choate (Zathras), Time Winters (Rathenn)
e con Joshua Cox, Kevin Fry, Eric Zivot

 

Babylon 5 capta una disperata richiesta di aiuto proveniente dal futuro. Una spaventata e ferita Susan Ivanova sta lanciando un appello perché la base sta per essere distrutta. Il messaggio proviene dal Settore 14, quello in cui comparve tempo prima Babylon 4, e Garibaldi vi si reca per cercare di scoprirne la fonte. La distorsione temporale è quasi raddoppiata a causa di un raggio di tachioni proveniente da Epsilon 3, il pianeta che si trova sotto Babylon 5. Su Minbar, l'Ambasciatore Sinclair riceve una lettera vecchia di 900 anni indirizzata a lui personalmente. Dopo averla letta, si reca su Babylon 5, dove Delenn ha ricevuto una missiva analoga e lo sta aspettando...

  • E' impossibile comprendere a fondo tutte le spiegazioni e le implicazioni di questo episodio senza avere seguito la serie fin dall'inizio. In particolare si tratta di una continua citazione da un diverso punto di vista di "Babylon Squared" (18), della prima stagione.


 

 

61. War Without End - Part II (Guerra senza fine - Parte 2)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da Michael Vejar
Trasmesso per la prima volta il 23 maggio 1996
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 14 aprile 2008

Con Michael O'Hare (Ambasciatore Jeffrey Sinclair), Tim Choate (Zathras),
Kent Broadhurst (Maggiore Krantz), Bruce Morrow (Primo Ufficiale di Babylon 4)
e con Kevin Fry, Eddie Mui

 

Sheridan è ancora intrappolato nel futuro, nelle mani di un imperatore vendicativo su un pianeta in fiamme. Scopre che anche Delenn è tenuta prigioniera da Londo. Durante un breve incontro, Sheridan viene a conoscenza di alcune cose che accadranno nella sua vita se mai riuscirà a ritornare al presente. Intanto Sinclair, Ivanova, Cole e Delenn tentano di portare Babylon 4 indietro nel tempo di mille anni. Solo in questo modo le Ombre potranno essere sconfitte nel passato...

  • Un episodio che fornisce molte risposte agli interrogativi accumulati durante le prime tre stagioni, ma che pone anche nuove domande.

  • Ci sono almeno due errori rispetto a "Babylon Squared" (18). L'abito di Delenn è diverso perché non è stato possibile ritrovare quello dell'epoca o uno abbastanza simile. Inoltre nell'episodio della prima stagione, il Maggiore Krantz dichiara di avere sorpreso Zathras in una sala delle conferenze, mentre qui viene catturato in un magazzino.


 

 

62. Walkabout (Il percorso)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da Kevin G. Cremin
Trasmesso per la prima volta il 3 ottobre 1996
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 21 aprile 2008

Con Erica Gimpel (Cailyn), Patricia Tallman (Lyta Alexander),
Jennifer Balgobin (Dottor Lilian Hobbs), Robin Sachs (Na'Kal)
e con Ardwright Chamberlain, Michael McKenzie

 

Sheridan e Ivanova accolgono a bordo della stazione il nuovo ambasciatore vorlon. Non meno enigmatico di Kosh, afferma di voler essere chiamato Kosh. Garibaldi non fa parte del comitato di accoglienza perché, non avendo notizie del Dottor Franklin da qualche giorno, sta percorrendo i corridoi dei bassifondi alla sua ricerca. Lo trova mentre sta passeggiando in un mercato. Franklin dice di stare bene, ma di avere ancora bisogno di tempo per completare il suo percorso alla ricerca di se stesso. Nella sala del consiglio di guerra, Sheridan sta esponendo un piano rischioso: intende andare a cercare una nave delle Ombre con la White Star per verificare fino a che punto sia utile avere un telepate a bordo. Per potere attuare questo piano, ha bisogno dell'aiuto di Lyta Alexander...

  • Questo episodio avrebbe dovuto essere trasmesso prima dei due precendenti, ma essendo prevista una lunga pausa a questo punto della stagione, la seconda parte di "War without End" sarebbe slittata di diversi mesi. Siccome "Walkabout" non contiene alcun riferimento temporale, venne spostato in avanti.

  • Questo episodio è stato trasmesso prima in Gran Bretagna che negli Stati Uniti.

  • La battuta di Lyta Alexander "Burn, you bastards!" è stata censurata in Gran Bretagna.

  • Erica Gimpel era l'indimenticabile Coco in "Saranno Famosi".

  • Le due canzoni interpretate da Erica Gimpel si intitolano "Goodbye" e "All of me". I testi sono stati scritti dall'infaticabile J. Michael Straczynski, mentre la musica della prima è di Erica Gimpel, della seconda di Christopher Franke. La consueta musica della sigla di coda è stata sostituita in questo episodio da "All of me".


 

 

63. Grey 17 Is Missing (Grigio 17 è scomparso)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da John C. Flinn III
Trasmesso per la prima volta il 10 ottobre 1996
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 28 aprile 2008

Con Robert Englund (Jeremiah), Katherine Moffat (il supervisore),  Eamonn Roche (il primo uomo),
John Vickery (Neroon), Time Winters (Rathenn), Thom Barry (l'addetto alla manutenzione)

 

Delenn viene scelta per succedere a Sinclair come Ranger 1. Di norma questo ruolo è assunto da un appartenente alla casta dei guerrieri, ma Delenn è stata scelta, oltre che per le sue doti diplomatiche, anche per il grande ascendente che ha sui Ranger. Neroon non è d'accordo, convinto che Delenn stia mirando ad accrescere il potere della casta dei religiosi a discapito di quella dei guerrieri. E' pronto a tutto pur di impedire la nomina di Delenn a Ranger 1. Proprio quando è indispensabile che il capo della sicurezza vigili sulla cerimonia, Garibaldi si ritrova intrappolato in un livello, in apparenza inesistente, nel settore grigio...

  • Questo episodio è stato trasmesso prima in Gran Bretagna che negli Stati Uniti.

  • Nonostante avesse finalmente un ruolo di primo piano, Jerry Doyle non è stato entusiasta quando ha letto il copione. Alla caccia ai mostri, preferisce le parti più riflessive e intense.

  • Robert Englund, che qui interpreta Jeremiah, è stato l'alieno buono Willie in "Visitors", ma il ruolo che l'ha portato alla celebrità è stato quello di Freddie Krueger nella saga dei film horror "Nightmare". In una delle sue prime scene, Englund si osserva le mani come se stesse cercando le lame che, in quei film, sostituiscono le sue dita.


 

 

64. And the Rock Cried Out, No Hiding Place
(La roccia gridò: nessun posto per nascondersi)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da David J. Eagle
Trasmesso per la prima volta il 17 ottobre 1996
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 5 maggio 2008

Con Erick Avari (Rabbino Leo Meyers), William Forward (Lord Refa), Louis Turenne (Frate Theo),
Mel Winkler (Reverendo Will Dexter), François Giroday (Virini), Paul Keith (Drigo)
e con Wayne Alexander, Marva Hicks

 

Londo esige l'aiuto dell'ingenuo Vir Cotto per attirare G'Kar sul pianeta Narn. Dato che è stato spiccato un mandato di cattura, G'Kar può essere arrestato quando si trova fuori da Babylon 5. Vir non vorrebbe eseguire l'ordine, ma viene costretto. Poco dopo però è rapito da un uomo di Lord Refa, l'eterno rivale di Londo, che gli fa leggere la mente da un telepate. Tutto questo accade mentre sulla stazione si stanno reclutando telepati da impiegare sulle navi come difesa contro le Ombre e il Capitano Sheridan si arrovella per comprendere la logica nella tattica degli oscuri nemici...

  • Questo episodio è stato trasmesso prima in Gran Bretagna che negli Stati Uniti.

  • L'inno gospel che dà il titolo all'episodio e che è stato usato come sigla di coda è ispirato all'Apocalisse e in particolare a un brano in cui gli uomini cercano, senza trovarlo, un luogo per ripararsi dalla collera divina.


 

 

65. Shadow Dancing (La danza delle Ombre)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da Kim Friedman
Trasmesso per la prima volta il 24 ottobre 1996
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 12 maggio 2008

Con Shirley Prestia (Barbara), Melissa Gilbert (Anna),
John Grantham (il secondo Thug), J. Gordon Noice (l'uomo)
e con Jonathan Chapman, Joshua Cox, Mark Hendrickson, Nicholas Ross Oleson, Doug Cox

 

Mentre il Dottor Franklin crede di essere giunto alla fine del suo percorso, forse non nel modo da lui sperato, Delenn tenta di convincere gli ambasciatori dei mondi non allineati a fornire quante più navi possibili. Ora che è stato stabilito con un certo margine di sicurezza dove avverrà il prossimo attacco, bisogna essere pronti. Ivanova e Cole vanno in avanscoperta, pronti ad avvertire la flotta in attesa nell'iperspazio al più piccolo accenno di attacco. L'attesa è sfibrante, ma le Ombre non si fanno attendere...

  • Questo episodio è stato trasmesso prima in Gran Bretagna che negli Stati Uniti. La scena in cui Franklin viene ferito è stata censurata nel Regno Unito.

  • Anna Sheridan non è più interpretata da Beth Toussaint come in "Revelations" (24), ma da Melissa Gilbert che, nella vita reale, è la moglie di Bruce Boxleitner. Melissa Gilbert è famosa fin dall'età di undici anni, quando interpretò Mary Ingalls nel famosissimo telefilm "La casa nella prateria".

  • Il percorso del Dottor Franklin e la sua tragica conclusione sono tratti direttamente dalla vita di J. Michael Straczynski che, durante una passeggiata di meditazione, fu aggredito da alcuni teppisti e gravemente ferito. Si salvò solo grazie alla sua forza d'animo.


 

 

66. Z'ha'dum (Z'ha'dum)

Scritto da J. Michael Straczynski - Diretto da Adam Nimoy
Trasmesso per la prima volta il 31 ottobre 1996
Trasmesso per la prima volta in Italia su Jimmy il 19 maggio 2008

Con Melissa Gilbert (Anna Sheridan), Jeff Corey (Justin), Ron Campbell (il messaggero), Ed Wasser (Morden)
e con Ardwight Chamberlain, Joshua Cox

 

L'inatteso arrivo di Anna Sheridan sulla stazione sconvolge non solo la vita del capitano, ma anche quella di Delenn. Sheridan non si fida più di lei, convinto che sapesse che Anna era fra i sopravvissuti della Icarus. D'altra parte non sa se può fidarsi della moglie, anche se gli esami del Dottor Franklin  sembrano confermare la sua identità. Delenn insiste a dire che chi torna vivo da Z'ha'dum non è più quello di prima e Anna tenta in tutti i modi di convincere il capitano a seguirla sul pianeta delle Ombre, per sentire la loro versione dei fatti. D'altra parte l'Ambasciatore Kosh, prima di morire, gli aveva detto che se fosse andato a Z'ha'dum non sarebbe tornato. Soppesando tutti questi fattori il capitano decide di rischiare e si imbarca con Anna sulla White Star alla volta di Z'ha'dum...

  • Questo episodio è stato trasmesso prima in Gran Bretagna che negli Stati Uniti.

  • Un tocco di realismo nella fantascienza: le foto del matrimonio di Anna e John Sheridan, in realtà sono quelle delle nozze di Bruce Boxleitner e Melissa Gilbert.

  • Il titolo di questo episodio è stato tenuto segreto fino a due mesi prima della sua messa in onda, quando Michael Straczynski lo rivelò durante una convention.

  • Il salto nel vuoto del Capitano Sheridan è stato effettuato da Bruce Boxleitner stesso.

  • Anche al termine di questa stagione gli attori non avevano idea di quale sarebbe stata la sorte dei loro personaggi l'anno successivo. In particolare, quando Boxleitner chiese cosa sarebbe successo al Capitano Sheridan, si sentì rispondere da Straczynski solamente un laconico "Lo vedrai".


 

 

VAI ALLA STAGIONE   | P | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | F |